Utsanga.it, marzo 2017

The new issue of http://www.utsanga.it it’s online now
Contributors of this issue:

Gustave Morin, Jacques Villeglé, Jean-Francois Bory, Joan Feliu, Francesco Perilli, Kenryo Hara, Koichi Okada, Daniel Vasconcelos, Yakman K Tsering (Kathup Tsering), Adrian Cain, Anna Banana, Derek Beaulieu, Felix Rothschild, Fernando Davis, Silvio De Gracia, Radwa Abd El-Moniem, Mark Sutherland, Daniel Fhole Bradley, Jaka Železnikar, Mykyta Schtern, Vincenzo Merola, Luis Gonzalez Boix, Carol Stetser, Franco Altobelli Art, David Chirot, Chris Wells, Jennifer Ciavarra, Diane Keys, Jim Andrews, Bill Blissett, Joel Chace, Kateryna Lylyk, Oksana Lypa, Petro Boulachenko, Arn Doe, Andriy Buszeck, Grigor Mikayelyan, József Bíró, Volodymyr Bilyk, Egidio Marullo, Francesco Aprile, Cristiano Caggiula, John M. Bennett, Andriy Antonovskiy, Chuck Welch, Miriam Midley, Cecelia Chapman, Andrew Topel, Luc Fierens, Jim Leftwich, Rafael González, Anneke Baeten, Edward Kulemin, Richard Kostelanetz, Gigliola Fazzini, Harley Francis.

Mail Art: la via della corrispondenza creativa

Conferenza di introduzione alla MAIL ART

e mostra di arte postale di Franco Altobelli

………………………………………..

Premessa

La mail art  o arte postale è «una pratica artistica d’avanguardia che consiste nell’inviare per posta a uno o a più destinatari cartoline, buste, e simili, rielaborate graficamente e artisticamente.»

È uno dei più longevi movimenti artistici della storia. Una rete amorfa di Mail artisti, composta da migliaia di partecipanti provenienti da oltre cinquanta paesi, si è evoluta dagli anni ’50  a partire dall’opera di Ray Johnson, che l’ha codificata nel 1962 a sua volta influenzato da gruppi precedenti, in primis il Futurismo, poi Dada e i contemporanei del gruppo Fluxus e che si è diffusa in tutto il mondo.

Una caratteristica tipica della Mail art è quella dello scambio non commerciale, democratico, senza giuria e senza critici. I mail-artisti solitamente si scambiano opere in forma di lettere illustrate, fanzine, timbri, buste decorate o illustrate, figurine d’artista (artist trading cards), cartoline, “francobolli d’artista” (artistamp), oggetti tridimensionali come – ad esempio – i “Libri d’Artista” o Artist-Book.

La Mail Art è in grado di sviluppare rapporti di amicizia e fratellanza con il superamento delle distanze geografiche, culturali e ideologiche ma soprattutto delle regole consolidate del mercato dell’arte.

 

 

La conferenza illustrerà il percorso storico dell’Arte Postale in Italia e nel mondo, con particolare attenzione ai pionieri che hanno maggiormente contribuito alla sua diffusione.

 

Saranno proiettati numerosi esempi di corrispondenze postali creative e la mostra renderà tangibili tali esempi.

 

La conferenza sarà tenuta da Franco Altobelli, artista e fotografo, con Laura Agostini, artista ed educatore.

 

Data: 23 marzo ore 15,30

Luogo: Mediateca Regionale Pugliese via Zanardelli, Bari Tel. 080 540 5685

Giorni di apertura:

Lunedì, mercoledì, venerdì: h 9,30 – 14; Martedì, Giovedì: h 9,30 – 17,30

Ingresso gratuito

http://www.mediatecapuglia.it

info: mediateca@apuliafilmcommission.it

 

 

Patrocinio:

Regione Puglia

Mediateca Regionale Pugliese

UTSANGA REMIX RAMPAGE

UTSANGA REMIX RAMPAGE
by Volodymyr Bilyk

Ladies and Gentlemen!

For the last three years we were publishing all things experimental.
Utsanga became something more than just another litmag centered on extreme writing. Utsanga became a source of inspiration for many writers – a place where they can find something completely different and develop it in a dissimilar way.

Now it’s time to acknowledge it.
We’re announcing full-on Remix Rampage.
Remixing is a vital part of writing culture. After all – nothing comes out of nothing.
It’s fascinating how many possibilities are out there just waiting to be used.
It is always interesting to read, watch, listen to alternative, transformed versions of pieces and the ways it can be made.

Submission guidelines:

– remixed piece must be based on the one published on Utsanga;
– reference to the original work is required;
– piece can be remixed in any possible way (for example: text to image, image to sound, etc.);
– methods of remix must be described in a short form (in fact – it can be a piece on its own terms);

Email: redazione@utsanga.it

Deadline – August 30 2017

Works submitted will be presented in the Third Anniversary Issue of Utsanga which will be out in September 2017.

Asemic Writing: Offline & In the Gallery March 10, 2017 – May 28, 2017 MCBA Main Gallery

http://www.mnbookarts.org/asemic/

Opening reception Friday, March 10; 6-9pm

Asemic writing is a wordless semantic form that often has the appearance of abstract calligraphy. It allows writers to present visual narratives that move beyond language and are open to interpretation, relying on the viewer for context and meaning. Beyond works on paper, asemic writing enjoys a growing presence online and continues to evolve with new performance-based explorations and animated films.

Asemic Writing: Offline & In the Gallery, curated by Michael Jacobson, is the first large-scale exhibition of asemic art in the United States, featuring the work of over 50 international artists who together create an eclectic assemblage of inventing, designing, and dreaming.

Asemic Translations
Saturday, March 25; 7-9pm
Free and open to the public

Join us for a special reading by various asemic artists and scholars, and music by Ghostband. This event is sponsored by Rain Taxi.

José Parlá, Roots, February 21 – July 16, 2017

unnamed

Roots
February 21 – July 16, 2017

Reception:  Tuesday, Feb. 21, 2017, 6–7 p.m.

SCAD Museum of Art presents “Roots,” an exhibition of recent artworks first exhibited in Miami, FL in December 2016 during Art Basel Miami Beach at The National YoungArts Foundation by Savannah College of Art & Design painting alumnus José Parlá.

The exhibition explores the artist’s relationships to the rich contexts of cities he’s visited and the experiences that shaped his practice.  Grounded in Parlá’s personal first generation Cuban American immigrant family story and an ever evolving practice that concerns elsewhere communities and their contribution to America, Roots offers a new visual relationship with its pictorially contemplative environment to consider connections between local history, one’s past, present, and the future; to imagine or ever create one’s own universal truth and personal harmony now more than ever.

The exhibition is curated by Storm Janse van Rensburg, SCAD head curator of exhibitions.

Exhibition Location Address:

SCAD Museum of Art,
Pamela Elaine Poetter Gallery
Savannah, GA
601 Turner Blvd.
Savannah, GA 31401

I META-NETWORKER IN SPIRIT, MOSTRA PERSONALE DI RUGGERO MAGGI

I META-NETWORKER IN SPIRIT
MOSTRA PERSONALE DI RUGGERO MAGGI

Ruggero Maggi è un artista poliedrico che dagli anni ’70, utilizzando materiali eterogenei, si è occupato prima di “Poesia Visiva”, “Mail Art”, di “Copy Art” e successivamente di “Laser Art”.
Ha ravvivato in continuazione la sua poetica espressiva attraverso una dinamica e fertile sperimentazione e da figura cosmopolita, ha saputo proporre un ironico stravolgimento della realtà emozionante e poetica. Nei suoi quadri riproduce con maniacale precisione, non l’oggetto fine a sé stesso, ma la sua immagine e in un universo quasi reale e palpabile, inserisce l’elemento “diatonico” e “significante”, permeato da uno sguardo ironico e distaccato.
Mantenendo ferma ed incisiva la carica critica eversiva e riflessiva delle sue opere, dà forma ad un dinamismo capace di conciliare la dimensione spaziale con quella temporale. Anche lo schema dimensionale dell’oggetto, che altro non fa che enfatizzare la solitudine dell’uomo, gioca con la scala dei valori; ciò che “micro” diventa “significante” di una visione assoluta, e ciò che è “macro” perde la sua forza iconografica. Le composizioni di Ruggero Maggi sono equilibrate e fluide, hanno la leggerezza e l’incisività della musica e riescono attraverso il tratto elegante a sfumare le angosce e i timori in un clima di ironica tensione, nel quale il capovolgimento della normalità non è che il volto nascosto della realtà del quotidiano.
Nelle sue composizioni organizzate, in cui i ritmi sono lineari, il colore viene quasi annullato e gli spazi incongrui in cui sono inserite “le immagini del reale” sono evocativi della profondità dell’inconscio e dello sguardo dell’artista, che contempla le angosce del nostro tempo con un’accorata comprensione.

Mostra curata da SHOWCASES GALLERY, testi critici di Palmira Rigamonti e Pierre Restany.

SHOWCASES GALLERY Via San Martino, 11 – 21100 Varese
Dal 18 FEBBRAIO 2017 al 17 MARZO 2017
VERNISSAGE: Sabato 18 febbraio 2017 ore 17.30
Orario: 9.00 – 12.30 / 14.30 – 18.30
Sabato e Domenica su appuntamento

SHOWCASES GALLERY è un progetto di Franco Crugnola Studio di architettura, via San Martino,11 – 21100 Varese
Per info 338.2303595