mai successo prima_Andrea Astolfi 16/07/2021 – 23/07/2021

mai successo prima_Andrea Astolfi
Fondaco Scalone, Largo Forcella 8, Atri
opening 16/07/2021, 18:30
16/07/2021 – 23/07/2021

to Federica

mai successo prima si compone dei più recenti lavori dell’artista relativi la pratica dell’asemic
writing, i primi del genere olio/acquerello su tela, carta, cartoncino, carta bambù, agenda,
quotidiani, libro, sacco in polipropilene. Una ricerca sul segno, sulla dirompenza del colore,
sull’incisività del gesto. Testi critici di Francesco Aprile e Antonio Francesco Perozzi.

“Al centro di questi lavori asemici di Andrea Astolfi ci sono due forze: il gesto e il dialogo con una
struttura preesistente. Il titolo della serie, mai successo prima, lascia intendere del resto che
l’opera dell’autore non si configura semplicemente come esercizio o accadimento, ma anche come
dialettica, rapporto, temporalità, storia” – Antonio Francesco Perozzi

“Gli haiku asemantici di Astolfi procedono e si sviluppano abbandonando la forma minima ed
essenziale dei primi rapidi segni a vantaggio di un dialogo dove le campiture diventano non terra di
un montaggio strutturato, ma sconfinamento e attraversamento, forme di sedimentazione di
singolarità antropica-liminale dove la realtà è terreno disassemblato, contiguità scoordinata,
compenetrazione di campi e piani differenti, fluidi e instabili” – Francesco Aprile

Andrea Astolfi

  1. Tre i lavori su carta licenziati, rispettivamente: ὁράω, breviario d’artista, stampato in tiratura limitata su
    carta di pregio, 2016; Abbiamo visto un film, libro-installazione, impresso su carta fotografica, 150 copie
    numerate e firmate, doppia lingua ita/eng, 2018; kireji, libro d’artista, 22 copie numerate firmate
    timbrate, carta ecologica riciclata 100%, rilegatura alla giapponese cucita a mano, imbustato in carta
    glassine sigillata, 2020, conclusivo del progetto di scrittura breve kireji.it . Tre i lavori di affiche art sullo
    spazio urbano: F A C E S (2019), shhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh (2020), avvenuti entrambi in Atri e STOP!
    CLEAR! DELETE! (2020) – Inner Room, REMEDY, Open Zona Toselli, presso Siena. Ideatore e conduttore
    del programma radiofonico dodicipm (2021) incentrato sulla ricerca artistica contemporanea su
    http://www.radioarte.it . Curatore della rubrica video 60’’ (2021) sulla rivista indipendente di poesia e cultura
    NiedernGasse e della rubrica di poesia sonora astolfiana su http://www.utsanga.it Co-fondatore (Aprile – Astolfi –
    Caggiula – Garrapa – Perozzi) del movimento avanguardistico Liminalismo (marzo 2021), il cui Manifesto è
    apparso sulla rivista Utsanga.

Nel rispetto delle disposizioni dei Dpcm e delle norme AntiCovid19 in vigore.

utsanga.it, numero 28, giugno 2021

http://www.utsanga.it

Bill DiMichele, Rogelio Cerda, Gianluca Garrapa, Andrea Astolfi, Cristiano Caggiula, Antonio Francesco Perozzi, Francesco Aprile, Michael Jacobson, Beth Kingston-Lee, Adriano Cataldo, Michael Betancourt, Terri Witek, Vesna Bursich, AnimaeNoctis (Silvia Marcantoni Taddei, Massimo Sannelli), Claudio Salvi, Andrea Piccinelli, Luca Venitucci, Brigata Es (Aldo Elefante), Alan Sondheim, Irene Koronas, Daniel Y. Harris, Luc Fierens, Cecelia Chapman, Michelle King, May Bery, Jeff Bagato, Stephen Nelson, Dawn Nelson Wardrope, Texas Fontanella, Julien Blaine, Mark Young, Angelo Ricciardi, Giuseppe Calandriello, Tim Gaze, Démosthène Agrafiotis, Clarence Barlow, Richard Kostelanetz, Anna Boschi Cermasi, Nicola Frangione, John M. Bennett, Oronzo Liuzzi, Onno Ennoson, Alexander Limarev, Benedetta Del Coco, Roberto Ncar, József Bíró, J.I. Kleinberg, Michael Fischer, Ian Pfeuhl, Szilveszter Botond, Kubota Tamika.

LEYENDO ARTE SONOROPRESENCIAL

LEYENDO ARTE SONORO
PRESENCIAL

Martes, 29 de junio, en Galería Freijo
18.00 h


La Galería Freijo ha creado una Biblioteca sobre Arte Sonoro.
Hemos contado con la asesoría de José Iges, comisario de la exposición de arte sonoro SEM (Sonidos de Equilibrios Metaestables).

Tenemos el placer de invitarles al coloquio, que tendrá lugar el martes, 29 de junio, en un acto titulado “Leyendo Arte Sonoro”. En él intervendrán:
· José Iges, comisario y artista sonoro
· Miguel Álvarez-Fernández, autor del libro La radio ante el micrófono (Ed. Consonni)
· Isaac Diego García, autor del libro Conversaciones en Nueva York (EdicOràlia Música)
· José Antonio Sarmiento, editor de Ólobo: una revista de música (UCLM)

Para aquellos que no puedan asistir presencialmente, se retransmitirá el evento en directo a través de nuestra cuenta de Instagram (@freijogallery).

self–printed self–published.

self–printed self–published.

il libro d’artista. ultime prove in ordine sparso.

On the Contemporary, KoobookArchive, Catania IT – 11.06— 30.07.2021.

Opening 11.06.2021 ore 18.30.

progetto KoobookArchive.
testi Anna Guillot, Francesco Lucifora.
coordinamento Emanuela Nicoletti.

Rosario Antoci, Francesco Balsamo, Marcella Barone, Gea Casolaro, Iginio De Luca, Anna Guillot, Gianluca Lombardo, Luca Quartana.

promosso da: On the Contemporary, KoobookArchive

partnership: Accademia di Belle Arti di Catania, Balloon Project, Eos Edizioni, utsanga.it

Premio Utsanga, prima edizione

“Utsanga” award for unpublished writings (first edition).

It is composed of only one section.

Any imaginable mixture of text with other media is encouraged.

Deadline: September 15, 2021. 

The work should be sent by email to the address: redazione@utsanga.it.

The subject of the mail must be “Utsanga award”.

Prize:

No podium. No hierarchy.  

The jury will select a list of authors to be published on Utsanga in December 2021. 

The jury: Gianluca Garrapa, Cristiano Caggiula, Antonio Francesco Perozzi, Andrea Astolfi, Francesco Aprile

Premio letterario “Utsanga” per scritture inedite, prima edizione

Ogni commistione immaginabile fra testo e altri media è incoraggiata. Ogni commistione tra generi è incoraggiata. 

Le opere devono essere inviate entro il 15 settembre 2021 all’indirizzo: redazione@utsanga.it.

L’oggetto della mail deve essere: “Utsanga premio letterario”.

Premio:

Non ci sarà nessun podio. Nessuna gerarchia.

La giuria selezionerà una rosa di segnalati che saranno pubblicati su Utsanga a dicembre 2021. 

La giuria: Gianluca Garrapa, Cristiano Caggiula, Antonio Francesco Perozzi, Andrea Astolfi, Francesco Aprile

ROLANDO MIGNANI, L’indefinibile(memoria del senso)

ROLANDO MIGNANI
L’indefinibile
(memoria del senso)
Entr’acte
via sant’Agnese 19R – Genova
13 maggio – 8 giugno 2021
orario: giovedì-venerdì 16-19
ingressi contingentati

Dopo l’ulteriore pausa imposta dalle prescrizioni contro la diffusione della pandemia, Entr’acte riprende l’attività espositiva con una mostra dedicata a Rolando Mignani, a dieci anni dalla vasta antologica allestita presso il Museo d’arte contemporanea di Villa Croce ed a venti dalla sua ultima esposizione personale.

Mignani è una delle figure di spicco del gruppo della Scrittura Visuale, riunito attorno ad Ugo Carrega che ne è stato il teorico e il promotore, in un ambito liminale “tra significante e significato”.
A proposito dell’opera di Mignani proprio Carrega scriveva, nel presentarne nel 1971 una personale al Centro Tool di Milano: “Non si tratta di usare la poesia visuale per dire le stesse cose di sempre. Non si tratta di conferire alle parole una conformazione mimetica. Si tratta di usare i tracciati spaziali della pagina come significanti, di avere consapevolezza che tutto ciò che viene messo sulla pagina deve rispondere ad una necessità sintattica (di rapporto fra i segni) per un finale risultato semantico, che tutto è materiale usabile in poesia e che tutto il materiale può essere usato su due piani: denotato (oggetto cosa) e denotante (parola segno che sta per la cosa oggetto)”.

Rolando Mignani (1937-2006) nasce nel quartiere di Rivarolo da una famiglia di sarti. Lavora fin da giovanissimo nell’edilizia e nel porto, e a 15 anni comincia a interessarsi alla poesia. Lavora in fonderia (prima alla Bruzzo poi alla Grondona, come gruista).
Fa amicizia con Ugo Carrega ed entra in contatto con altri poeti genovesi che sperimentavano la verbovisualità: Corrado D’Ottavi, Martino Oberto e Rodolfo Vitone.
Grazie al Centro Tool fondato da Carrega partecipa a varie mostre collettive e pubblica sulle riviste del gruppo. In questo periodo si avvicina alla poesia di E. E. Cummings su cui continuerà a riflettere per il resto della sua vita.
Negli anni Settanta si avvicina a Carlo Romano, intellettuale non allineato e gestore, con il fratello Mario, della Libreria Il Sileno: con lui e Alfredo Passadore fonderà l’Atelier Bizzarro, un “centro studi e documentazione sull’immaginario” che produce un Bollettino e pubblica due suoi libri d’artista: “La rimozione dell’orecchio nell’elargizione dell’occhio” e “Si può dimostrare quel che si vuole ma un certo punto del gioco C vale G”, entrambi del 1975.
Nel 1976 esce invece “Quaderno per il raddrizzamento delle nome e dei cosi” per La Nuova Foglio di Macerata, editrice attenta al movimento della poesia visiva e concreta.
A partire dalla fine degli anni Settanta ha contatti e collaborazioni con vari giovani artisti genovesi come Giuliano Galletta e Nicola Bucci e inizia a coltivare la performance.
Negli anni Ottanta è impegnato nella redazione di riviste incentrate su questioni politiche ed estetiche, come Stato inferto e Ghen Liguria. In particolare a quest’ultima collaborano filosofi e studiosi di grande livello come Jean-Luc Nancy e Mario Perniola.
Nel 2001 tiene alla galleria Leonardi V-Idea di Rosa Leonardi la sua ultima mostra personale, PILGRIMage – in collaborazione con Paolo Argeri – al cui centro è ancora una volta Cummings.

Premio Roberto Sanesi di Poesia in Musica

Poesia e Musica? Celebra queste due arti il Premio Roberto Sanesi di Poesia in Musica. Giunto alla seconda edizione, è l’evento torinese settembrino che riunisce gli appassionati della musica e della poesia, arti che se fuse ci riportano allo spoken word. Il premio è dedicato alla memoria del poeta, filologo, traduttore e artista plastico nonché critico d’arte Roberto Sanesi ed è rivolto a poetə, musicistə e gruppi di spoken word under 35 italianə e stranierə. Il Premio Roberto Sanesi ha come obiettivo la celebrazione dello spoken word. Un genere non molto conosciuto ma affascinante: si tratta di una recitazione accompagnata spesso ma non sempre da un sottofondo musicale. Voce, interpretazione, suoni e rumori: la fusione di questi elementi dà vita

CS Premio Sanesi II Edizione

alla parola parlata. La vincitrice della prima edizione del Premio Roberto Sanesi è stata Gaia Ginevra Giorgi, grazie alle votazioni del pubblico e della giuria, con “L’animale nella fossa”.

Chi sarà il vincitorə di questa edizione? A deciderlo sarà la giuria formata da: Federico Sanesi, Alessandra Greco, Max Collini, Isidoro Concas, Gaia Ginevra Giorgi. Sono ufficialmente aperte le iscrizioni che hanno come termine l’8 agosto 2021. In palio a chi vincerà una post-produzione nello studio torinese bndcks_ e una pubblicazione su Neutopia – Rivista del Possibile. Per partecipare bisogna inviare una mail a poetrificationfestival@gmail.com entro il 4/08/2021 con:

  • ●  3 brani mp3 di non più di 4 minuti;
  • ●  il modulo di partecipazione compilato e firmato (http://bit.ly/modulo_PremioSanesi)
  • ●  un file word con la biografia e i testi del progetto. Per maggiori informazioni e per restare aggiornati visitate la pagina Facebook di Neutopia Magazine e Poetrification_urbanismo inverso. Federica Monello
    Ufficio Stampa Premio Roberto Sanesi Referente Premio: Davide Galipò,
    Segretario Lorenzo Lombarbo
    Ufficio Stampa: Federica Monello, federica.monello@gmail.com
    Redazione Neutopia – Rivista del Possibile, neutopia.redazione@yahoo.com